di Sara Cornetta

Sabato 24 ottobre 2020, il Manzoni ha protestato: “No alla scuola dell’eccellenza” si leggeva sugli striscioni tenuti da studenti di tutte le età, che insieme sono saliti al primo piano e hanno occupato i corridoi di fronte alla presidenza.

Ma, da giornalino coinvolto e interessato alle decisioni prese dal liceo di cui noi tutti facciamo parte, cerchiamo di fare un po’ di informazione, dato che in questi giorni si è potuto assistere a diversi commenti fuorvianti sui social di persone all’oscuro della realtà dei fatti. Giovedì 22 ottobre si è infatti riunito il Consiglio di Istituto, ovvero l’organo composto dai rappresentanti degli studenti, dei professori, dei genitori, dalla presidenza, e da membri del personale ATA, allo scopo di deliberare su diverse questioni, tra cui quella con cui i manzoniani non si trovano assolutamente d’accordo: il rinnovamento dei criteri di ammissione alle classi prime per l’anno scolastico 2021-22. In questa seduta si è deciso che chi supererà l’esame di terza media quest’anno potrà avere accesso a una delle 8 classi prime previste, e che non saranno composte da più di 27 alunni, solo e soltanto se risponderanno a diverse condizioni di ambito territoriale (che già erano in vigore gli anni scorsi) e meritocratico. Sarà data la precedenza infatti a chi avrà ottenuto la media del 10 e del 9 al termine della seconda media (le iscrizioni infatti avverranno a gennaio) nelle materie di italiano, matematica e inglese, e, tra questi, prima di tutto a chi abiterà in zona 1, successivamente in zona 4, 5, 6 e 7, poi nelle restanti zone e infine nell’Hinterland. Dopo aver esaurito in questo modo tutte le “eccellenze”, si potrà passare, nell’eventualità di posti ancora disponibili, a chi avrà avuto la media dell’8 e successivi.

Ma perché tutto questo? Le motivazioni arrecate dal Consiglio sono state prima di tutto le problematiche legate all’impossibilità di formare classi da 30 o più studenti e all’assenza di aule (gli anni scorsi, infatti, si arrivava alla creazione di 10 classi prime) in una situazione di emergenza sanitaria quale quella che stiamo vivendo. Tuttavia, il problema del sovraffollamento delle aule è sempre stato caro ai manzoniani, che è diversi anni che chiedono un cambiamento e hanno visto la loro scuola privarsi di diversi spazi per permettere a chi lo desiderasse di poter studiare insieme a loro. In più è stata arrecata la motivazione per cui l’anno prossimo sarà difficile permettere un cambio di istituto o di indirizzo, considerate le procedure e le difficoltà delle altre scuole di accogliere nuovi studenti, peggiorate dalle problematiche legate alla pandemia. La soluzione quindi sarebbe selezionare gli studenti in base a un voto, che dovrebbe giustificare la loro motivazione, ma soprattutto che questi abbiano fatto la scelta giusta? Noi studenti non siamo un numero, non importa che questo indichi la zona territoriale in cui viviamo o un segno di merito o demerito per il nostro impegno. Noi siamo i cittadini del domani. Noi siamo il futuro, e non è giusto che dobbiamo essere noi a dover lottare per poter studiare dove più speriamo di poter trovare stimoli, professori appassionati, e materie interessanti.

Ora, non so quali soluzioni possano essere adottate, ma trovo che il criterio territoriale a cui è stato aggiunto quello meritocratico, che da solo è forse più oggettivo, costituisca un’inammissibile discriminazione sociale soprattutto per chi abita più in periferia: nel mio piccolo penso a quante menti brillanti e redattori incredibili non avremmo in redazione se il Manzoni non ci avesse aperto le sue amorevoli e severe braccia, e a quali persone diverse saremmo se si ci fosse stata negata la possibilità di prendere la nostra prima vera decisione sul sentiero del futuro.

Ora come ora, la Preside ha pubblicato una nuova circolare, in cui afferma la volontà di ridiscutere della questione, data la richiesta degli studenti e lo scalpore suscitato anche all’esterno della scuola: per ora tutto è sospeso, vedremo come la situazione evolverà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...