di Andrea De Lucia

21 marzo. Signore e signori diamo il benvenuto alla primavera!

O primavera, stagione della rinascita, in cui la natura si risveglia e dà sfoggio di tutto il suo splendore.

21 marzo, data di nascita di Alda Merini. Permettetemi di presentarla come la più grande poetessa italiana di tutti i tempi.

21 marzo, GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA.

“Sono nata il ventuno a primavera”, così esordisce Alda Merini in una delle sue più celebri poesie, nella quale accosta allo sbocciar dei fiori in primavera la follia, un tema assai caro alla poetessa, per il quale non sempre è stata apprezzata e per cui spesso la sua estrosità non è stata compresa.

Comunque sia, apprezzata o meno, tutti, nessuno escluso, siamo costretti a dire che la Merini con le parole ci sapeva fare. E anche se possiamo riconoscere questo talento a molti altri numerosi artisti, ho voluto prendere lei di esempio, perché la sua storia dimostra come la poesia sia sempre stata sua fedele compagna per sostenerla nei momenti più bui e per permetterle di condividere i suoi tormenti, ma anche i rari spiragli di felicità.

Parliamo di poesia, insomma, quell’arte dell’accostare parole per disegnare pensieri e momenti di vita.

Che dolce suono nel pronunciare il suo nome, prendetevi un attimo per ascoltarlo. POESIA. È proprio poesia.

Devo scusarmi perché sono un po’ di parte, devo ammettere che sono suo ardito amante.

Tuttavia c’è un aspetto che mi dispiace: so che non è proprio di un innamorato, ma sono rattristito dal fatto che colgo una misera concorrenza per accaparrarsi il cuore di questa bella amata.

Lei che è sempre stata la regina dell’espressione artistica e compagna di ogni uomo, oggi si ritrova a fare i conti con una sua probabile imminente scomparsa.

Eppure lei non richiede altro che un po’ di attenzione, un pizzico di comprensione e un barlume di meraviglia.

E dici niente, mi direte. Avete ragione, nello stesso momento in cui mettevo per iscritto questi tre ingredienti, mi sono reso conto che sono tutte caratteristiche che a noi, uomini di oggi, sembrano non appartenere più.

Nonostante ciò, io sono innamorato, e scommetto che numerosi altri occhi trepidanti di meravigliarsi leggendo, ascoltando, gustando o pronunciando un paio di parole che si tengono per mano, si nascondono in questo mondo.

Sono preoccupato, lo ammetto, per la sorte della mia bella amata.

Ma proprio oggi, più di ieri, visto che nessuno quando essa passa per strada si ferma ad ammirarla con la bocca spalancata, vorrei ricordare che lei c’è e anche se non indossa un abito che brilla ai nostri occhi è sempre elegantissima.

E oggi più che mai credo sia l’occasione per riscoprire la poesia e i suoi valori. Con la situazione che stiamo vivendo lei può sostenerci, starci accanto e aiutarci ad attraversare questo periodo, potendo affidare a  lei le nostre paure e, perché no, i raggi di sole che non possiamo abbracciare.

Il 21 marzo degli scorsi anni, quando la vita correva nella normalità, inizialmente in Austria e poi in altri trentaquattro paesi era stata data alle persone la possibilità pagare un caffè in cambio di un componimento poetico; oggi, invece, non possiamo fare altro che rilassarci e innamorarci davanti a letture online, slam poetry a distanza e confronti sulla poesia su numerose piattaforme digitali.

Ascoltiamola, innamoriamocene, facciamola nascere, non facciamola morire.

Detto questo, spero che tra qualche anno non dovremo parlare della poesia pensando a qualcosa di ormai morto che ricorda la sua nascita dicendo “sono nata il ventuno a primavera”, ma piuttosto facciamo sì che la poesia sia orgogliosa, tanto quanto lo era Alda Merini, di pronunciare questa frase perché come questa stagione anche lei sarà rinata e dentro di sé custodirà uno splendido giardino.

21 marzo. Signore e signori, buona giornata mondiale della poesia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...