di Lorenzo Pedrazzi

“E poi nemmeno l’ordine hanno saputo darci. Di ordini ne è arrivato un fottio, ma uno diverso dall’altro, o contrario. Resistere ai tedeschi – non sparare sui tedeschi – non lasciarsi disarmare dai tedeschi – uccidere i tedeschi – autodisarmarsi – non cedere le armi”.

Beppe Fenoglio

Esco dal Manzoni e dopo aver salutato Samba per l’ultima volta, origlio una conversazione dai toni ironici e preoccupanti, tono tipico delle conversazioni degli adolescenti, e sento:”14 contagi in Lombardia”.

Va be’, penso, 14 è un numero piccolo in fondo. Nella mia classe siamo già 5 in più. 

Poi faccio il refresh della pagina online del Corriere e vedo che il numero è salito. Refreshare la home page dei siti online dei giornali diventerà un’usanza che ripeterò ogni giorno e, come gli azionisti del 2008, vedrò i numeri peggiori aumentare.

Scuole Chiuse. Faccio un pugnetto come un tennista quando vince un punto che non si meritava.

Guardo il panico di quelli che vanno in giro con le mascherine e assaltano i supermercati con aria di superiorità. La mia mente è ancora fredda. 

Me ne vado da Milano e salgo in montagna. La consueta settimana bianca, che piace a tutti. 

Ma ogni giorno Borelli, con il tono di uno che legge la lista della spesa, mi ricorda che qualcosa effettivamente sta succedendo. Ora siamo a mille. Ma come a mille? Non eravamo a 700 ieri?

La curva è esponenziale, Pedrazzi. Mi ricorda la mia coscienza matematica che ha la voce della mia prof di Mate e Fisica. 
Iniziano le buone notizie: la mortalità è bassa, è poco più di un’influenza, muoiono solo i vecchi; un pensiero terribile ed egoista mi attraversa la mente: sì, sì, anche questo problema non mi tocca, finchè non sono i miei nonni.

Poi, visto che la curva non mente, inizia la fiera delle notizie cattive. 

L’OMS però batte tutti, sembra la personificazione dei pensieri reconditi:

“No, dai, mica sarà na pandemia…”

OMS: “E’ PANDEMIA” 

“Va be’ la mortalità è bassa, tipo all’1%…”

OMS: “Pensavi, sta al 3,7% invece.” 

Guardo con un ghigno il video di Fontana che si mette la mascherina sul suo volto cadaverico e penso che gli italiani sono proprio melodrammatici.

Ogni programma tv e giornale online fa gara a chi ha il più esperto di tutti. Nessuno ce l’ha perchè siamo tutti sotto l’incantesimo dei momenti epocali della storia, confusi e con le farfallacce nello stomaco. 

Come l’unisci-puntini della Settimana Enigmistica, questi momenti puoi capirli solo quando sono finiti. Intanto il 2020 ha deciso che il titolo di anno peggiore del Secolo XXI doveva avercelo lui e non il 2008. 

I contagi salgono inesorabilmente, niente riesce a fermarli, neanche l’Amuchina a 30 euro. 

Le scuole rimangono chiuse ancora. Lezioni online. Online? Ma molti prof italiani non sanno manco usare Youtube. Dai, dai, che la maturità quest’anno non si fa. Azzolina una di noi, una di noi. 

Ma, come dice la terza legge di Netwon, ad ogni azione ne corrisponde una uguale e contraria oppure, come dico io, “Non esistono pranzi gratis”. 

Così l’Italia raggiunge il suo apice. Non sarà il presidente né della Repubblica né del Consiglio ad annunciare uno dei decreti più epocali della breve storia della Repubblica Italiana. No, è una confusa bozza diffusa dai giornali prima ancora della sua ufficialità. Perché per i media di oggi l’informazione non vale quanto la visualizzazione. 

Chiusa per malattia. Così recita il cartellino appeso sulla porta della Regione Lombardia. Il sentimento che ho provato è simile a quello delle persone quando non sanno se il mondo che vedono e sentono è un quadro di Dalì o un quadro di Courbet. Surrealismo o realismo? 

Guardo preoccupato le notizie sul decreto, i video della gente che scappa da Milano come da Pripyat nel 1986, tanti pensieri affollano la mia mente mentre guardo il Monte Rosa e non mi capacito di quello che sto vivendo, ma spero che tutto finisca come la neve che si scioglie al sole di Aprile. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...