di DANIELE SORMANI

Oramai, qualora si stanzino ulteriori fondi che interessino la pubblica istruzione, non sono utilizzati per l’insegnamento

Il 26/08/18 è stato messo in cantiere dal Ministero dell’Interno il cosiddetto “Piano Scuole Sicure”, ossia una serie di attività “per il rafforzamento delle iniziative di prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi delle scuole”. Questo Piano viene finanziato con un fondo pari a 2.5 milioni di euro, i cui beneficiari sono i Comuni con più di 200 mila abitanti. 

A Milano, inoltre, la vicesindaca Anna Scavuzzo ha annunciato che il Comune ha anticipato i 344 mila euro messi a disposizione dal Governo. Gli effetti si sono già fatti sentire, con molte scuole coinvolte da attività di controllo da parte della Polizia di Stato attraverso l’utilizzo di unità cinofile fin dentro le scuole. Questo piano dimostra come, in tendenza negli ultimi anni, si ritenga giustificabile la violazione dell’autonomia formativa dell’istituzione scolastica da parte di quella poliziesca. Si predilige quindi un’azione repressiva e punitiva ad un concetto educativo e formativo, come dimostra il fatto che nella Circolare del Capo di Gabinetto N.17287/110/1 si afferma che solo “ una quota sino ad un massimo del 5% potrà essere utilizzata per finanziare campagne educative, d’intesa con le Istituzioni scolastiche territoriali”. In un tweet del 17/12/18 il ministro dell’Interno ha fatto un primo bilancio del Piano: “Sequestrati 5 kg di droga, 4 arresti, 2000 persone coinvolte. Investiti due milioni di euro.”1 

A parte i 2.5 milioni sopracitati, gli unici fondi aggiuntivi negli ultimi anni sono arrivati, a seguito della legge 107/15, solo per l’Alternanza Scuola-Lavoro (ASL), per la quale vengono stanziati all’incirca 100 milioni l’anno2 e per il Sistema Nazionale di Valutazione (SNV). Quest’ultimo è un gruppo operativo del MIUR che si occupa del miglioramento delle istituzioni scolastiche. Esso è composto dall’INVALSI, ossia l’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione, dall’Indire, cioè l’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa e infine dal contingente ispettivo. Il suo scopo è quello di, appunto, valutare il sistema educativo sulla base di due criteri: efficienza ed efficacia. Nell’ambito delle diverse fasi che costituiscono il processo di valutazione, all’INVALSI è demandato il compito di organizzare visite esterne di valutazione espletate sulla base di un campionamento casuale che tiene conto dell’intero territorio nazionale. Le visite vengono compiute da parte di Nuclei di Valutazione Esterna (NEV), composti da due esperti selezionati dall’INVALSI e da un Dirigente tecnico con un ruolo di coordinamento. Infine l’Indire si occupa di fornire tecnici alle scuole per la stesura del RAV, ossia il Rapporto di Autovalutazione, e il conseguente PdM, Piano di Miglioramento che tutti gli istituti devono ideare, approvare, applicare e poi condividere all’interno della comunità scolastica. Per questi interventi vengono stanziati 3 milioni di € l’anno.3 Solitamente il compito di stesura del PdM assegnato dai dirigenti ad un professore o ad un piccolo gruppo operativo. Per attualizzare questi dati, bisogna dire che al Manzoni funziona diversamente: il gruppo operativo è composto a seconda delle necessità dal collegio docenti piuttosto che da uno o più dipartimenti (quest’anno quelli di greco e latino), dalla dirigente, da un’esperta Indire e da 4 rappresentanti eletti degli studenti. Il PdM del Manzoni, con durata triennale, ha come obiettivi il 100% delle classi partecipanti alle prove Invalsi e la diminuzione del 7% degli studenti che conseguono votazioni tra 71 e 80 in favore delle fasce di voto più elevate. 

Come obiettivi di processo si è dato il rivedere i parametri per la valutazione del comportamento, un maggiore coinvolgimento dei dipartimenti nelle decisioni strategiche relative a didattica e valutazione, il valorizzare il curricolo scolastico e il valutare le competenze europee. 4 

Sempre per attualizzare, un altro esempio è il finanziamento del Manzoni per i progetti di Alternanza, consistente in 31.660,49€ (di cui circa la metà ricevuti dallo Stato), per un totale 

di più di 55€ per ognuno dei 573 studenti coinvolti nell’a.s. 2017/18.5 

Si evince quindi come tutti siano interessati da queste politiche che riguardano tutte le istituzioni scolastiche presenti del territorio, di qualsiasi posizione geografica, ordine e grado e che sono iniziate più di vent’anni fa con l’articolo 630 (Parametri di valutazione della produttività del sistema scolastico) del D. Lgs n° 297/94. 

Una volta ci sarebbe stato da chiedersi dove si sarebbe andati a finire con queste politiche, ma questo discorso dimostra come il dibattito politico sul sistema educativo sia ormai mirato alla sua trasformazione da pantheon della formazione di menti critiche atte alla creazione di cittadini attivi ad azienda rigida ed asettica che segua i soli principi dell’economia: efficienza ed efficacia. 

E allora non resta altro che dirlo chiaramente: se nella scuola si spendono soldi, non è per formare persone critiche utili alla società civile e politica, lo si fa come investimento per la creazione di lavoratori utili alla sola società di mercato. 

Note:1.https://twitter.com/matteosalvinimi/status/10746713158 25647617-2.http://scuola24.ilsole24ore.com/art/scuola/2018-03- 27/con-fondi-ue-altri-100-milioni-euro-all-alternanza- 173442.php?uuid=AEoXIsOE&refresh_ce=1-3.Decreto Dipartimentale n° 937 del 15-09-2015- 4.http://www.liceoclassicomanzoni.gov.it/pdm-piano-di- miglioramento 5.Programma Annuale 2018 (http://www.liceoclassicomanzoni.gov.it/wp- content/uploads/2018/04/PROGRAM-ANNUALE-2018.pdf) 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...